fbpx

Come negoziare lo stipendio

come negoziare lo stipendio

Non sai come negoziare lo stipendio in modo efficace? Sei stanco di sentir parlare di negoziazioni salariali senza mai ottenere quello che meriti? Non preoccuparti, perché siamo qui per aiutarti. In questo articolo, ti mostreremo come negoziare il tuo salario e ottenere quanto più vicino a ciò che, ragionevolmente, ti aspetti. Negoziare il proprio stipendio può sembrare un compito arduo, ma con le giuste strategie e la preparazione adeguata, puoi ottenere un aumento salariale che rifletta il tuo valore e il tuo contributo.

Non ci sono “formule magiche” o “frasi killer”; questa è una guida per una preparazione eccellente alla negoziazione della retribuzione. Imparerai a raccogliere informazioni sul mercato, a valutare le tue competenze e a comunicare in modo efficace con il tuo datore di lavoro. Sarai sorpreso di scoprire che la negoziazione salariale non riguarda solo la quantità di denaro che ricevi. Esploreremo anche altri aspetti importanti come i benefit, le opportunità di crescita professionale e la flessibilità lavorativa.

Come negoziare lo stipendio in fase di colloquio

Questo articolo è stato scritto grazie alla mia esperienza come headhunter e come career coach, e vale prevalentemente per la negoziazione preliminare alla firma di un nuovo contratto; ma l’esperienza ci insegna che i consigli sono altrettanto validi per negoziare un aumento di stipendio.

Ce l’hai fatta: dopo innumerevoli colloqui informativi, telefonate con reclutatori e colloqui con i responsabili delle assunzioni, hai finalmente ricevuto un’offerta per il lavoro dei tuoi sogni.

Ma prima di accettarlo, devi sapere come negoziare il tuo stipendio.

Essere in grado di negoziare ora in modo efficace non influenzerà solo il prossimo anno o due della tua vita. Si creerà invece un effetto valanga che potrebbe comportare perdite significative.

Tuttavia, la negoziazione può sembrare imbarazzante e intimidatoria, soprattutto se non l’hai mai fatta. Qui esploreremo come negoziare uno stipendio per assicurarti di ricevere ciò che meriti.

Come negoziare lo stipendio: i passaggi da seguire

Sia che tu debba negoziare il tuo stipendio di persona o al telefono, i seguenti suggerimenti si applicano principalmente a entrambe le situazioni.

Tuttavia, evita di negoziare tramite e-mail.

Una HR manager mia cliente, afferma: “Di solito preferisco di gran lunga il telefono o di persona rispetto all’e-mail o alla scrittura perché c’è un vantaggio negli aggiustamenti e nelle domande al volo: rende la conversazione più fluida”.

Dai un’occhiata ai seguenti suggerimenti e allo script di esempio per imparare come negoziare il tuo stipendio.

1. Fai le tue ricerche.

Innanzitutto, cerca la fascia salariale per il tipo di ruolo che ti viene offerto.

Assicurati di sapere quanto puoi guadagnare sul mercato del lavoro considerando tutti i fattori di compensazione, tra cui settore, livello di esperienza e posizione.

Sebbene molte aziende siano remote o flessibili in termini di ubicazione, il costo della vita è ancora un fattore che può influenzare il tuo stipendio. Devi anche assicurarti di ricercare lo stipendio nel settore corretto e, soprattutto, per il territorio in questione: in Italia le retribuzioni cambiano sensibilmente da città a città.

Un social media manager per un’organizzazione no-profit avrà una fascia salariale diversa rispetto a un social media manager presso un’importante società di software, quindi devi concentrarti sulla fascia salariale per i ruoli nel settore corretto, e nella città di destinazione.

Inoltre, cerca informazioni relative agli stipendi del tuo nuovo datore di lavoro. Utilizza siti come Glassdoor per capire cosa stanno facendo in azienda le persone nel tuo ruolo o in ruoli simili (per le aziende multinazionali è abbastanza attendibile, mentre per le PMI lo è molto poco. Presta attenzione alla data della recensione e se chi l’ha scritta ancora lavora lì o è un ex dipendente)

Suggerimento dal Career Coach: vuoi comunicare al tuo datore di lavoro che i tuoi dati sono fondati sulla realtà. Inizia ogni affermazione dicendo: “In base alle mie ricerche…”, in modo che il datore di lavoro sappia che non stai chiedendo uno stipendio più alto solo per il gusto di farlo.

2. Comprendi il tuo valore.

Per negoziare con successo il tuo stipendio, devi presentarti all’incontro preparato con vari motivi legati al business per cui vali una certa somma.

Devi valutare seriamente il valore delle competenze e delle esperienze che porti sul tavolo per enfatizzarle durante la negoziazione.

Come Career Coach, suggerisco sempre “Vendi il tuo valore, non le tue aspettative”. E’ fondamentale perché “alla fine dei conti, [il datore di lavoro è] un’azienda e due cose sono al primo posto per lui: il profitto e il risparmio di risorse. Quindi Il modo migliore per vendere il tuo valore quando negozi il tuo stipendio è dire loro come la tua assunzione farà risparmiare loro denaro o risorse”.

Ascolta di seguito altri suggerimenti per la negoziazione salariale:

Ad esempio, supponiamo che tu abbia ricevuto una lettera di offerta per il ruolo di social media manager presso una società di software che offre lo stesso stipendio iniziale del tuo ruolo attuale.

Tuttavia, nella tua posizione attuale hai ampiamente superato le aspettative: invece di aumentare il traffico Instagram dell’azienda del 50%, lo hai aumentato del 125%.

Queste informazioni dimostrano che vale l’investimento aggiuntivo per il tuo nuovo datore di lavoro. Oppure, supponiamo che tu abbia guadagnato alla tua ultima azienda altri € 50.000 attraverso una nuova campagna che hai guidato.

Il tuo nuovo datore di lavoro potrebbe vedere la necessità di offrirti un ulteriore 5% in aggiunta alla tua offerta attuale.

Impara come comunicare il tuo valore e il tuo contributo al ruolo in modo da poter negoziare con sicurezza lo stipendio che stai cercando.

Suggerimento dal Career Coach: annota tutti i punti di discussione importanti che hai sollevato durante il processo di intervista e usali per enfatizzare le tue capacità ed esperienze durante la negoziazione.

3. Prepara i tuoi argomenti di discussione in anticipo.

Una volta che hai effettuato le ricerche e sai quale numero vuoi chiedere, prepara i tuoi argomenti di discussione prima della riunione.

Avere tutto delineato in anticipo può aiutarti a restare fedele ai tuoi punti principali ed evitare di fornire risposte al volo. L’ultima cosa che vuoi è dimenticare un numero o un valore significativo quando presenti il ​​tuo caso.

Suggerimento dal Career Coach: se sei nervoso, annotare gli argomenti di cui hai parlato può aiutarti a rimanere in pista.

4. Esercitati nella conversazione.

Se hai bisogno di prepararti di più per la conversazione, esercitati su ciò che dirai a qualcuno di cui ti fidi.

Dire ad alta voce i tuoi punti di discussione non solo ti aiuta a risolverli, ma può anche aiutarti a rafforzare la tua sicurezza – e la fiducia è fondamentale durante le negoziazioni.

Esercita i tuoi argomenti di conversazione con un amico, un familiare o chiunque ti fidi e con cui ti senti a tuo agio, la cosa migliore è farlo con un Career Coach esperto, perché ha familiarità con il ruolo o il settore per il quale stai intervistando in modo da offrire suggerimenti specifici per i tuoi argomenti di discussione.

Ideale per: mettere in pratica i tuoi argomenti di discussione è particolarmente importante se è la prima volta che negozi.

Esercitatevi a parlare con un amico, un familiare o chiunque altro di cui vi fidate e con cui vi sentite a vostro agio.

5. Vieni all’incontro con un atteggiamento collaborativo.

Una negoziazione non è una discussione o un’opportunità per offrire un ultimatum.

Invece, la negoziazione è un’opportunità per una conversazione produttiva e collaborativa per raggiungere un pacchetto retributivo che sia giusto per te e il tuo datore di lavoro.

Esercita gratitudine e vieni preparato con i tuoi aspetti non negoziabili, ma rimani flessibile sul risultato finale.

Ad esempio, se l’azienda non riesce a eguagliare il tuo stipendio più alto, accetterai eventuali benefit accessori.

Ideale per: se sei disposto ad accettare questa offerta di lavoro, considera i vantaggi aggiuntivi che potresti chiedere.

6. Tieni a mente una fascia salariale.

La chiave per ottenere un lavoro in linea con il tuo stipendio ideale è avere una fascia salariale piuttosto che un numero prestabilito. Può essere difficile raggiungere un numero particolare, quindi trova un intervallo con cui ti senti a tuo agio.

Fortunatamente, a causa delle recenti leggi sulla trasparenza salariale, molte offerte di lavoro dovranno rivelare una fascia salariale, ma non a brevissimo, credo.

Questo funziona a tuo favore come persona in cerca di lavoro perché non solo ti aiuta a decidere se candidarti o meno per il ruolo in primo luogo, ma ti mette in una posizione negoziale migliore.

Quando arriva il momento della conversazione di negoziazione, chiedi il numero in cima alla tua gamma. Questa è una pratica negoziale cruciale, non solo nella ricerca di lavoro ma anche in contesti aziendali.

Il vantaggio di farlo è duplice. Se chiedessi una cifra superiore al tuo stipendio ideale, potresti riceverla. Ma anche se il datore di lavoro risponde con un numero inferiore, molto probabilmente sarà vicino all’obiettivo a cui miri.

Cosa ci piace: non sorprende che 2 dipendenti su 3 preferiscano lavorare in un’azienda che condivide le informazioni sulla retribuzione. Man mano che la trasparenza salariale diventa più diffusa, la negoziazione salariale diventerà più trasparente per le persone in cerca di lavoro.

Quando arriva il momento della trattativa, iniziate a chiedere il numero più alto della vostra fascia di valori

7. Fai domande.

Invece di fare affermazioni come “ho bisogno” o “voglio”, fai domande per mantenere viva la conversazione. Prova a dire: “Mi sentirei più a mio agio con X. Quel numero è flessibile?”

Può essere una svolta per i datori di lavoro se inizi la negoziazione con affermazioni concrete come “Ho bisogno di 5K in più”.

Devi gestire la conversazione con tatto. Un datore di lavoro sarà molto più aperto alla frase: “Mi sentirei più a mio agio con 5K aggiuntivi”.

Per dimostrare ulteriormente empatia verso il tuo datore di lavoro, aggiungi: “Quel numero è flessibile?”

Questa frase consente al datore di lavoro di dirti quanto può offrire in più o quali vantaggi alternativi potrebbe aumentare mantenendo un senso di collaborazione, il che è fondamentale.

Cosa ci piace: fare domande ed essere flessibili aiuta a trasformare la negoziazione in una conversazione piuttosto che in un ultimatum.

8. Sii aperto.

Il tuo datore di lavoro non vuole una trattativa infinita, e nemmeno tu. Determina il tuo punto di arresto e dì: “Se puoi offrire X, allora sono d’accordo”.

Usare la frase “allora sono a bordo” significa per il tuo datore di lavoro che se ti offrono qualcosa, sei disposto ad accettare il ruolo e le trattative possono finire.

Naturalmente, vuoi essere onesto con il tuo datore di lavoro.

Se ti dicono che non possono offrirti 60.000, non vorrai dire: “Offrimi 60.000 e poi sarò a bordo”.

Invece, potresti dire: “Capisco che il meglio che puoi fare sia € 55.000. Se riesci a sommare ai  55.000 euro, una convenzione sanitaria famigliare, allora sono a bordo.

Ideale per: se hai intenzione di assicurarti questo lavoro, sii aperto a diversi vantaggi e benefici che possono compensare.

9. Ricorda il tuo valore, indipendentemente dal sesso.

Secondo un sondaggio sulla trasparenza salariale condotto da Glassdoor, il 68% delle donne occupate ha provato a negoziare la propria retribuzione.

Sebbene il 59% abbia riferito di aver avuto successo nelle trattative, ci sono ancora esitazioni da parte delle donne occupate nella negoziazione della retribuzione. Le paure comuni includono la possibilità di essere non abili nella negoziazione o di perdere del tutto il lavoro.

Per ridurre queste paure, durante le trattative è utile considerare in che modo sei una risorsa per l’azienda. Se ti concentri sul ricordare all’azienda come sosterrai l’organizzazione e la aiuterai, puoi far sì che la conversazione sembri meno concentrata su di te.

Suggerimento da Career Coach: vieni preparato con quante più ricerche di mercato e dati possibili. Essere dotati di ricerca può aiutarti a negoziare con sicurezza senza dover trovare tanti punti qualitativi.

Preparatevi con il maggior numero possibile di dati e ricerche di mercato. Essere preparati con la ricerca può aiutarvi a negoziare con sicurezza.

10. Preparati a fare una controproposta.

Ricorda, è prevista una controfferta, quindi preparati a farlo. Considera quale sarà la tua controproposta prima della conversazione per una negoziazione di successo.

Mentre fai il colloquio, dovresti già avere un’idea di quale sia il tuo stipendio ideale. Porta quel numero nella negoziazione e sii pronto a controbattere con quel numero se l’offerta iniziale è inferiore al tuo obiettivo.

Suggerimento da Career Coach: una volta avviata la negoziazione, non è raro andare avanti e indietro alcune volte. Per accelerare il processo, tieni a mente un numero finale che accetterai.

11. Non impegnarti con un numero durante i colloqui.

Fai del tuo meglio per evitare di impegnarti verbalmente a un salario fisso durante le conversazioni del colloquio.

Se durante il colloquio ti viene chiesto direttamente quale sarà il tuo stipendio previsto, rispondi che sei aperto in base all’intervallo previsto condiviso nell’elenco dei lavori.

Non impegnarsi su un numero specifico durante la fase del colloquio lascia spazio alla negoziazione se ti fanno un’offerta.

Suggerimento da Career Coach: non dovresti negoziare lo stipendio durante un colloquio, ma se sei costretto a rispondere, fornisci un intervallo in modo da non rimanere bloccato con un numero specifico.

12. Mantieniti professionale.

Mantieni la conversazione focalizzata sul valore che apporti al ruolo. Non utilizzare le esigenze finanziarie personali come i prestiti studenteschi come motivo per negoziare. Utilizza invece il tuo curriculum per esemplificare il motivo per cui meriti una certa somma.

Suggerimento da Career Coach: concentrati sul valore che apporti al ruolo e sui vantaggi che apporta all’azienda. Quando posizioni la tua esperienza come un valore aggiunto, invece di renderla personale, stai spiegando meglio perché meriti lo stipendio che stai chiedendo.

13. Considera altre cose da negoziare.

Puoi negoziare più del tuo stipendio. Considera quali benefici e vantaggi per i dipendenti potrebbero essere negoziabili se la retribuzione non lo è.

A parte il denaro, ecco alcune altre cose su cui negoziare:

  • Orario o luogo di lavoro (chiedere di essere remoto o ibrido).
  • Opzioni su azioni.
  • Spese di trasloco.
  • Sviluppo professionale.

Suggerimento da Career Coach:  considera ciò che apprezzi di più e se saresti disposto o meno ad accettare un’offerta monetaria inferiore se venisse fornita con uno di questi vantaggi. E’ anche importante capire che tipo di benefits l’azienda già eroga. Se non esiste una convenzione sanitaria è parecchio difficile che la mettano in pista solo per te.

14. Prenditi il ​​tuo tempo.

Negoziare può essere snervante. Anche se potresti voler accettare qualunque cosa ti offrano solo per concludere la conversazione, non sentirti obbligato a rispondere immediatamente se non sei sicuro.

Va bene (e spesso è previsto) chiedere 24 ore per pensarci su.

Prenditi il ​​tuo tempo per pensare a ciò che offrono e se è in linea con lo stipendio e i vantaggi che avevi in ​​mente.

Dopo averlo considerato e aver effettuato ricerche, potresti trovare alcune altre cose su cui vorresti negoziare per arrivare a un pacchetto che funzioni per tutti.

Suggerimento da Career Coach:  non aver paura di tornare dopo 24 ore con una controproposta. Partecipa alla conversazione preparata con i tuoi argomenti di discussione e tieni in mente un numero finale.

15. Ringraziali per la conversazione.

Indipendentemente da come finirà la conversazione, devi ringraziare il tuo datore di lavoro per aver dedicato del tempo a negoziare con te.

Ciò trasmette professionalità e mostra al datore di lavoro che rispetti lui e il suo tempo, il che è più probabile che ti faccia ottenere ciò che desideri e che sia la cosa giusta da fare.

Conclusione: Prendere il controllo del proprio stipendio e della propria carriera

Quando si parla di negoziazione dello stipendio, la maggior parte delle persone pensa solo al denaro. Tuttavia, ci sono altri aspetti importanti da considerare come i benefit non monetari. Questi possono includere cose come la flessibilità del lavoro, il tempo libero retribuito, il lavoro da remoto, la formazione e lo sviluppo professionale.

Prima di iniziare la negoziazione, è importante fare una lista dei benefit non monetari che ti interessano di più. Pensa a quali benefit potrebbero migliorare la tua vita lavorativa e personale. Potresti essere sorpreso di scoprire che alcune di queste cose sono negoziabili.

Una volta che hai una lista dei benefit non monetari che vuoi negoziare, devi capire come presentarli al tuo datore di lavoro. Inizia con una presentazione di te stesso e del tuo lavoro, mettendo in luce i tuoi risultati e contributi all’azienda. Poi, chiedi al tuo datore di lavoro se ci sono opportunità per migliorare i benefit non monetari. Mostra interesse per la loro risposta e preparati a negoziare.

Ricorda, i benefit non monetari possono essere altrettanto importanti del denaro. Non aver paura di chiedere quello che vuoi, ma tieni conto di quanto l’azienda è in grado di offrire.

Condividi:

LinkedIn
Facebook
Twitter

Lascia un commento